Quali sono le linee guida della trascrizione di un'intervista?

Uomo con cuffie e microfono, computer portatile che mostra l'interfaccia digitale, evidenziando la trascrizione dell'intervista.
Padroneggiate l'arte della trascrizione dei colloqui con le nostre linee guida.

Transkriptor 2023-01-15

Come prepararsi alla trascrizione di un colloquio?

  1. Preparatevi determinando ciò che desiderate dalla trascrizione del colloquio .
  2. Stabilite cosa volete dalla vostra trascrizione e considerate come questo possa influenzare il processo.
  3. Selezionate le vostre esigenze di trascrizione: Iniziate selezionando le vostre esigenze di trascrizione e visualizzando il massimo livello di accuratezza dei servizi garantiti.

Quali strumenti sono necessari per trascrivere un’intervista?

È necessario:

  • Cuffie a cancellazione di rumore: Il rumore di fondo nuoce all’accuratezza della trascrizione. Le cuffie a cancellazione di rumore possono aiutare a concentrarsi maggiormente sull’audio.
  • Il vostro computer: Non è necessario un computer potente per convertire l’audio in testo. È sufficiente disporre di una potenza di elaborazione sufficiente a ridurre i ritardi (soprattutto se si utilizza un elaboratore di testi basato sul Web come Google Docs). Ricordate che la trascrizione può richiedere da tre a quattro volte il tempo del file audio stesso.
  • Software di trascrizione: Utilizzando un software dedicato, sarete in grado di digitare e controllare la registrazione senza passare da un programma all’altro.

Quanti dettagli sono necessari per la trascrizione di un colloquio?

Come già detto, lo scopo della trascrizione determinerà il livello di dettaglio richiesto. Avete a disposizione alcune opzioni, tra cui:

  • Trascrizione integrale : L’intervista nella sua forma più cruda, compresi “umm”, “ah”, pause, false partenze e altri tic verbali.
  • Verbatim intelligente : Conosciuto anche come “verbatim”, “clean verbatim” o “word-for-word”, è una versione leggermente più curata dello script full-verbatim che elimina tutti gli extra per facilitarne la lettura.
  • Note dettagliate : L’intervista viene ridotta a una serie di note dettagliate che consentono di accedere rapidamente e facilmente alle informazioni richieste senza dover analizzare grandi quantità di testo.

Quali sono le fasi di creazione di una trascrizione di un’intervista?

  1. Ascoltate l’intera registrazione prima di trascriverla
  2. Trascrivere una prima bozza
  3. Utilizzare software di trascrizione o strumenti online
  4. Rivedere la trascrizione e modificarla
  5. Formattare la trascrizione in base alle proprie esigenze

Fase 1: ascoltare l’intera registrazione prima di trascriverla

Mentre ascoltate, prendete appunti. Determinare i diffusori. Fate un elenco di tutte le parole o frasi che dovete imparare (come il gergo tecnico o lo slang).

È questo il momento di determinare il tipo di trascrizione che l’audio si presta ad essere eseguita in forma integrale, verbatim o con note dettagliate.

Fase 2: Trascrivere una prima bozza di lavoro

Il passo successivo sarà quello di tentare di trascrivere una bozza. Questo è particolarmente saggio se non siete sicuri della vostra velocità di battitura. Se necessario, mettete in pausa, ma evitate di riavvolgere la registrazione.

Utilizzare “bc” come abbreviazione di “perché”, ad esempio. È possibile modificarli in un secondo momento utilizzando la funzione “trova e sostituisci”, oppure si può utilizzare la funzione di correzione automatica del proprio elaboratore di testi per correggerli man mano.

Fase 3: utilizzare un software di trascrizione o strumenti online

Esistono diversi software di trascrizione e strumenti online che possono facilitare il processo di trascrizione. Questi strumenti includono funzioni come la marcatura temporale automatica, la possibilità di riprodurre la registrazione a velocità diverse e la possibilità di inserire etichette di identificazione dei diffusori.

Fase 4: Rivedere la trascrizione e modificarla

Ora avete una trascrizione leggibile su cui lavorare. Si tratta solo di lucidarlo e renderlo pronto per il consumo pubblico. Anche se la bozza sarà leggibile, ci saranno errori come i refusi che dovrete correggere.

Passo 5: Formattare la trascrizione in base alle proprie esigenze

Regolare i caratteri e le dimensioni per facilitarne la lettura anche quando si scansiona per una rapida consultazione. Si devono utilizzare sottotitoli, titoli, paragrafi e numeri di pagina.

Cosa sono i simboli di trascrizione?

Nella trascrizione, esistono diversi simboli che vengono utilizzati per indicare diversi aspetti della lingua parlata.

  • Virgola (, ): Si usa per indicare piccole interruzioni nel flusso del pensiero o nella struttura della frase. Una virgola indica una breve pausa di circa 1-3 secondi.
  • Ellissi (…) : Si usano per indicare quando il partecipante sta perdendo tempo o ha una pausa più lunga (3+ secondi) all’inizio di una frase ed esprimono un’omissione.
  • Trattino (- ) : Si usa per indicare un cambiamento nel discorso, come ripetere la stessa parola o cambiare bruscamente lingua. Denota anche una frase sospesa che dà luogo a una frase incompleta.
  • Sottolineatura (__ ) : Si usa per sottolineare alcune parole.
  • Parentesi quadre [] : Utilizzate per indicare parole aggiunte alla trascrizione che l’intervistato non ha menzionato, per spiegare alcune abbreviazioni o per tradurre in inglese una parola in un’altra lingua.
  • Barre (//) : Utilizzato per dimostrare che il partecipante e l’intervistatore si sono parlati contemporaneamente.
  • Citazioni (” “) : Utilizzate per dimostrare ciò che qualcuno ha detto.
  • Parentesi (…) : I suoni o gli eventi non verbali devono essere registrati tra parentesi (…) e in corsivo, come ad esempio (risate), (pianti) o (colpi alla porta).
  • Punto interrogativo (?) : Si usa quando il discorso è incomprensibile.

Quali sono le cose da evitare per le linee guida sulla trascrizione dei colloqui?

  • Non includete parole riempitive o interiezioni come “ehm”, “ah” o “sa”, a meno che non siano particolarmente rilevanti per il contenuto dell’intervista.
  • Non includere nella trascrizione suoni o rumori non verbali, a meno che non siano rilevanti per il contenuto dell’intervista.
  • Non inserire nella trascrizione commenti o pensieri propri, a meno che non siano stati esplicitamente dichiarati dall’intervistato.
  • Non tralasciare o omettere parole o informazioni dalla trascrizione, a meno che non sia necessario per chiarezza o coerenza.
  • Non utilizzare abbreviazioni o acronimi a meno che non siano chiaramente definiti e compresi dal lettore.
  • Non usare le virgolette intorno a parole o frasi che l’intervistato sta pensando ma non dicendo ad alta voce.
  • Non modificare le parole o la formulazione delle affermazioni dell’intervistato a meno che non sia necessario per chiarezza o coerenza.
  • Non includere nella trascrizione informazioni estranee, come descrizioni dell’ambiente o dell’aspetto dell’intervistato.
  • Non iniziate le frasi con le minuscole, perché tutte le frasi devono iniziare con la lettera maiuscola e con la punteggiatura corretta.

Cosa evitare nella trascrizione dei colloqui?

  • Falsa partenza : Una falsa partenza è un pensiero iniziato ma mai portato a termine. Le false partenze dovrebbero essere eliminate dalle trascrizioni in generale.
  • Passi non udibili e indecifrabili : Per prima cosa, ascoltate il file audio più volte per cercare di capire le parole. Se la sezione è ancora indecifrabile, mettete delle parentesi intorno alla parola “non udibile”, evidenziatela in giallo e includete il timestamp tra parentesi.
  • Comunicazione non verbale : Utilizzare una parentesi e il testo in corsivo per indicare suoni non verbali come risate, gesti, ecc.

FAQ

Una discussione o una conversazione tra un potenziale datore di lavoro (intervistatore) e un candidato (intervistato) è un colloquio.

Il carattere deve essere Times New Roman, 12 punti, crenatura regolare. Niente sillabazione o controllo delle vedove/orfane e niente rientri.

Da discorso a testo

img

Transkriptor

Converti i tuoi file audio e video in testo